Oggigiorno è importante preoccuparsi di quali siano gli elettrodomestici che consumano di più in casa per evitare di vedere si recapitare una bolletta della luce è troppo onerosa da sostenere.

1.     Il forno

Il forno elettrico di casa compare tra gli elettrodomestici che consumano di più poiché necessita di grandi quantità di energia elettrica per attivare le resistenze che scaldano o cucinano gli alimenti per ridurre i consumi, oltre a scegliere un forno di una buona classe energetica, va usato con intelligenza evitando di riempirlo eccessivamente e spegnerlo anche 10 minuti prima della fine della cottura. Il calore all’interno si mantiene a lungo perciò la cottura può terminare anche a forno spento.

2.     Il condizionatore

Impossibile non includere nella top 5 degli elettrodomestici più dispendiosi il climatizzatore d’aria. Una volta partita la stagione è acceso a lungo, è infatti inevitabile notare un decisivo del costo in bolletta. Per evitare di avere un condizionatore che consuma molto, è importante sottoporlo a un periodica revisione. Per info e / o prenotazioni, vai su www.assistenzacondizionatori.roma.it

3.     Il frigorifero

Collegato alla corrente elettrica 24 ore su 24, il frigorifero di casa compare di diritto nella lista degli elettrodomestici che consumano di più. Naturalmente, il consumo aumenta quando il frigorifero è troppo pieno e mal organizzato o addirittura presenta delle aree congelate. Per ridurre i consumi, andrebbe anche tenuto lontano dalla parete distanziandolo dal muro almeno un paio di centimetri.

4.     Il bollitore o boiler

Tra gli elettrodomestici che consumano di più in casa non poteva mancare il bollitore dell’acqua calda. La resistenza al suo interno per portare l’acqua a ebollizione, consuma molta energia elettrica. Lo stesso vale per tutte quelle persone che ancora usano uno scaldabagno elettrico che al suo interno è provvisto di resistenza per scaldare l’acqua.

5.     La lavatrice

Un altro elettrodomestico che consuma molto risulta sicuramente la lavatrice che scalda l’acqua per lavare i panni. Un po’ come capita per la lavastoviglie, meglio sempre fare attenzione alla quantità inserita all’interno poiché riducendola, si può abbassare anche la temperatura di lavaggio risparmiando energia.

Di Grey