Nella raccolta degli imballi leggeri, che comunemente molti chiamano solo plastica, ci finisce davvero di tutto. Gli oggetti che tutti sbagliano a differenziare soni i seguenti così da evitare errori d’ora in avanti.

I giochi per bambini

Tanto per iniziare, è un errore buttare i giocattoli per bambini realizzati in plastica dura nella raccolta differenziata per lo smaltimento rifiuti a Roma. Si può buttare tra gli imballaggi leggeri solo il packaging in plastica.

I guanti di gomma

Guanti in gomma che si usano per le pulizie e le faccende in casa, non sono riciclabili con il resto degli imballaggi leggeri dello smaltimento rifiuti a Roma.

I barattoli e contenitori in plastica

Tutti i barattoli e contenitori in plastica rigida, non si buttano nel bidone della plastica. Lo stesso vale per i coperchi.

Le ciabatte

Ciabatte oppure scarpe, sebbene interamente in plastica, non si raccolgono nella plastica poiché non si tratta di imballaggi leggeri.

Le penne

Penne, pennarelli, evidenziatori e altri prodotti di cancelleria non sono imballaggi e non possono andare nel sacco della plastica, nemmeno se priva della parte interna che contiene l’inchiostro.

Le cartelle con buste di plastica

I cosiddetti portalistini, cioè cartelle con buste in plastica al loro interno, non vanno tra gli imballaggi leggeri.

I tubi idraulici

Oggi per realizzare tubature idrauliche si usa il pvc. Eventuali avanzi non possono essere gettati nella raccolta della plastica. Lo stesso vale per tubi come quelli da irrigazione.

Lo spazzolino da denti

Stesso destino per lo spazzolino in plastica che non può essere inserito nella raccolta della plastica perché non è un imballaggio leggero. Conviene passare a spazzolini con la testina intercambiabile per ridurre i rifiuti urbani.

Che cosa mettere nella plastica

Invece, si buttano con la plastica anche barattoli di alluminio e altri metalli come quelli dei prodotti alimentari (passata di pomodori, fagioli, mais). Lo stesso vale per i contenitori in materiale accoppiati tipo Tetrapak.

Tuttavia, per avere maggiori disposizioni meglio sempre fare affidamento sulle informazioni fornite dai singoli Comuni poiché la raccolta differenziata viene gestita localmente e possono esserci alcune differenze che dipendono dal tipo di impianto di smaltimento rifiuti a Roma.

 

Di Grey